Norme ASI

Per tutti gli appassionati che si terranno a vita la TT in garage, ecco l’estratto del regolamento tecnico dell’ASI per quanto riguarda il riconoscimento di auto storica. Ricordiamo che nei prossimi anni verrà avviata la procedura di iscrizione a Club Federato ASI e la conseguente apertura del Registro Audi TT Italia da parte del nostro Club.

2.1 Attestato di datazione e storicità

2.1.1 Documento contenente la datazione e gli estremi identificativi del veicolo che consente di ottenere il trattamento previsto dagli artt. 60 del Codice della Strada e 215 del suo regolamento, l’esenzione dal pagamento della tassa di possesso ai sensi dell’art. 5 del DL 30/12/82 convertito in legge 28/2/83 n. 53 e successive modifiche, nonché il particolare trattamento assicurativo (se richiesto dalle Compagnie di Assicurazione) e per le pratiche di sdoganamento.

Viene inoltre rilasciato ad probationem, ai sensi dell’art. 63 commi 2 e 3 della Legge 342/2000, a tutti i veicoli costruiti da oltre venti anni purché dotati di: – carrozzeria e/o telaistica conforme all’originale; – motore del tipo montato in origine dal costruttore o compatibile; – interni /selleria decorosi.

Viene rilasciato contestualmente al Certificato d’Identità (Omologazione) ed alla Carta d’Identità FIVA, oppure, a richiesta, singolarmente.

2.2 Certificato d’Identità (Omologazione)

2.2.1 Documento di riconoscimento riguardante i veicoli costruiti da oltre venti anni, contenente la fotografia, la datazione, gli estremi identificativi, la descrizione dello stato di conservazione o dell’avvenuto restauro, la classificazione nonché l’annotazione delle eventuali difformità dallo stato d’origine riscontrate, secondo le norme del Codice Tecnico Internazionale FIVA vigente e, se necessario, la sintesi della storia del veicolo. Viene concesso in uso al tesserato insieme ad una targa metallica corrispondente al documento. A richiesta, potranno essere rilasciati, contestualmente al Certificato d’Identità (Omologazione) anche la Carta d’Identità FIVA, l’Attestato di datazione e storicità e la Certificazione sostitutiva delle caratteristiche tecniche. Consente la partecipazione alle manifestazioni iscritte nel calendario nazionale ASI ed il particolare trattamento assicurativo.

2.3 Carta d’Identità FIVA

2.3.1 Documento di riconoscimento del veicolo contenente la fotografia, la datazione, gli estremi identificativi, la classificazione nonché l’annotazione delle eventuali difformità dallo stato d’origine riscontrate, secondo le norme del Codice Tecnico Internazionale FIVA vigente e, se necessario, la sintesi della storia del veicolo. Viene emesso ai sensi degli artt. 3 (Classifications Technique des vehicules) e 6 (Carte d’ldentite FIVA) del Codice Tecnico Internazionale vigente e concesso in uso al tesserato. Consente la partecipazione alle manifestazioni iscritte nel calendario internazionale FIVA e il particolare trattamento assicurativo. Non consente la partecipazione alle manifestazioni iscritte nel calendario nazionale ASI e non può essere rilasciato ai veicoli immatricolati nei paesi esteri. E’ valido dieci anni e deve essere rinnovato al momento dell’eventuale cambio di proprietà del veicolo. Viene rilasciato a tutti i veicoli, secondo la seguente formula correttiva disposta dalla FIVA per ciò che attiene la data di fabbricazione, tendente ad elevare il limite di età a 25 anni

21 anni per il periodo 2000 – 2001

22 anni   ” ”       ” ”        2002 – 2003

23 anni   ” ”       ” ”        2004 – 2005

24 anni  ” ”       ” ”         2006 – 2007

25 anni   ” ”       ” ”        2008 – 2009

Autore: francos

Condividi questo articolo

5 Commenti

  1. Se è del 2001, ne mancano 12.
    Le auto del 2001 dovranno avere 21 anni (se ho capito bene)

    • Solo per la carta d’identità FIVA. Per l’Italia bastano 20 anni, anche se bisogna fare diversi documenti 🙂

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: