Run the Ring 2014 – consigli 2

Incidente altrui

da Ringers.it

Le indicazioni che seguono forse potranno sembrarvi eccessivamente prudenti.
Non è così; rispettarle è FONDAMENTALE.
Chi guida al ‘Ring lo sta facendo ad alta velocità, spesso al limite delle proprie capacità di conduzione del mezzo ed è totalmente concentrato sulla guida. In alcuni casi segnalare un incidente in modo preciso e sicuro è molto importante, ma molto pericoloso.
Molti di noi sono stati testimoni di gente (spesso addirittura persone scese dagli spalti e che hanno attraversato a piedi la pista!) che ha causato più pericoli che altro.

Prima di fare qualunque cosa, pensate. POI eventualmente agite.

E’ facile farsi prendere dall’ansia di salvare qualcuno il più presto possibile, tuttavia questo impeto, senza le dovute attenzioni, può portare a conseguenze mortali per voi e per chi intendete soccorrere.

Riportiamo dunque le indicazioni di Ben Lovejoy:

“Gli incidenti al ‘Ring sono frequenti, quindi sarà possibile che ogni frequentatore abituale sia testimone o passi vicino ad un incidente appena accaduto.
Il pericolo maggiore di un incidente al ‘Ring, viste tutte le curve cieche da affrontare ad alta velocità ed i dossi, è che il veicolo vittima dell’incidente o qualcuno fermatosi a prestare assistenza siano colpiti da qualcun’altro. […]

La prima regola di sicurezza è: non fermatevi se non è necessario. Minore è la confusione nella zona dell’incidente, minori saranno le possibilità di un incidente a seguire. Ci sono solo due ragioni per fermarsi: per avvisare il traffico in arrivo quando un incidente non è visibile o per prestare i primi soccorsi quando qualcuno ne ha bisogno urgentemente.

-Se dovete fermarvi, fatelo con molta attenzione. Assicuratevi di fermarvi dopo l’incidente e sull’erba – non fermatevi MAI sul circuito a meno che non sia assolutamente inevitabile.

-La prima persona accorsa sul posto dovrebbe avvertire il traffico in arrivo. Camminate con attenzione sull’erba, asicurandovi di essere ben distanti dal tracciato onde evitare di causare un incidente per le improvvise sterzate di gente che cerca di evitarvi.

-Una volta in posizione, mettetevi dietro il guard-rail.

-Agitate le mani per indicare a chi sopraggiunge di rallentare (è una buona idea avere una bandiera gialla o indossare un giubbino catarifrangente). Assicuratevi di essere ben distanti dall’incidente, comunque. Sbracciarsi nei pressi dello stesso potrebbe solo peggiorare le cose, distraendo i piloti, proprio quando devono guardare davanti a sè.

-La seconda persona accorsa sul posto dovrebbe chiamare aiuto. Il numero di telefono dell’ufficio posto all’ingresso è: +49.2691.302.215
Avrete bisogno di un telefono cellulare: le cabine poste lungo il circuito non sono attive durante la circolazione pubblica

. -La terza persona accorsa soccorre la vittima dell’incidente SE può farlo in condizioni di sicurezza. Se siete in dubbio, riparatevi dietro il guard-rail ed aspettate l’arrivo della safety-car. Non rischiate di essere investiti a vostra volta.”

Un’ultima cosa: al telefono, se sapete in che curva è l’incidente (magari leggendo il nome su uno dei cartelli verdi a bordo pista), potete dire, pronunciando così come vedete scritto: “Es ghibt ain unfal, an di nome della curva kurve”

Thanks to Ben Lovejoy ( http://nurburgring.org.uk/accidentproc.html )

Autore: francos

Condividi questo articolo
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: