Run the Ring 2018 – Numeri, ringraziamenti e qualche foto
Lug09

Run the Ring 2018 – Numeri, ringraziamenti e qualche foto

Circa 1900 km percorsi tra andata e ritorno e giri sul circuito del Ring, 180 litri di benzina a 102 ottani (più qualche decina di litri “normali” fatti in Svizzera), 10 cantieri sparsi tra Svizzera e Germania ( ma i cantieri con le code non erano solo in Italia?), 10 TT tedesche e 1 TT olandese presenti al BBQ alla Brünnchen, 3,8 litri per 100 Km il consumo della mia TT nei Ring Lap, per la TT RS di Alberto rifiuto di indicare il consumo per vergogna 🙂 Ringraziamenti in ordine sparso, non per importanza perché tutti siete stati importanti in questo Run the Ring 2018. Ringraziamo i ragazzi del TT Owners Club e.V. che hanno voluto incontrarci e offrirci salsicce alla griglia nel pomeriggio al Ring, alla mitica curva del Brünnchen ( cercate su YouTube ), buona parte della nostra abbronzatura la dobbiamo a loro! Un ringraziamento particolare a Elisa del Ristorante Mamma Mia che ci ha fatto sentire come a casa e che ha appesantito di qualche chilo la mia TT dopo aver provato i suoi deliziosi piatti, grazie ! Come non ringraziare anche Paolo di Ring Speed Motorshop che ha dispensato consigli tecnici e di setup per farci sentire più sicuri durante i nostri giri, grazie Paolo sei indispensabile e unico! Per ultimo tutti i Soci del TT Club Italia che ogni anno condividono la gioia e la passione per questo posto stupendo, un luogo dove il suono del motore è veramente musica e che lascia sempre tristezza nei cuori doverlo salutare per tornare a casa. Il Nürburgring Nordschleife è un posto magico. punto!   PS: Un saluto particolare all’amico fraterno Alessandro, che con la sua Ferrari 348 ha insegnato un po di sana ignoranza sulle strade svizzere e tedesche, riscuotendo un grande successo. Grazie di farci compagnia in queste nostre scorribande tedesche...

Continua a leggere
Run the Ring 2018 – Meeting Point
Giu26

Run the Ring 2018 – Meeting Point

29 giugno – Appuntamento  ore 08.30, Autostrada A8 Milano Laghi Area di servizio Villoresi Est direzione Varese tra Arese e Lainate. Ore 09,00 Frontiera di Como Chiasso direzione Basilea per il tagliando autostradale svizzero (38 €), poi si prosegue per Freiburg, Karlsrühe, Mannheim, Koblenz, Nürburg. Sistemazione nei vari alberghi e Hotel. Cena e riposo. Ricordiamo ancora di dare un ultimo controllo alle TT prima di preparsi al viaggio: olio, acqua e pressioni gomme sono i controlli standard da fare prima di un lungo viaggio. Buon...

Continua a leggere
Run the Ring 2018 – I tempi sul giro
Giu25

Run the Ring 2018 – I tempi sul giro

Tempi sul giro Il Nürburgring è uno dei circuiti mitici del motorsport e si snoda intorno al castello di Nürburg in Germania, noto anche come “Ring”. Attualmente è diviso in due sezioni, una più corta e l’altra più lunga: il Gp Strecke (circuito Gp), da 5,1 km (4,542 senza la porzione detta Mercedes Arena) e la Nordschleife ridotta a 20,832 km. In totale la pista conta 98 curve (16 Gp Strecke – 73 Nordschleife). Da alcuni anni la Nordschleife è sempre più utilizzata dalle case automobilistiche di tutto il mondo come pista di prova per testare e sviluppare i prototipi dei nuovi modelli di vetture da lanciare sul mercato. La particolare conformazione del circuito, che alterna curve lente a curve veloci, rettilinei a saliscendi, lo rende completo dal punto di vista tecnico e perciò un ottimo banco di prova per stabilire la validità di un progetto. Inoltre viene utilizzato da molte case automobilistiche per scopi promozionali data l’importanza della pista, teatro in passato di sfide epiche anche in Formula 1, si presta molto bene a prove di automobili stradali e i tempi ottenuti sul giro sono un buon termine di paragone per appassionati o potenziali acquirenti. Vi ricordiamo che CRONOMETRARSI E’ PERICOLOSO E ALTAMENTE SCONSIGLIATO. Il vostro ritmo si alzerà naturalmente con l’apprendimento della pista, giro dopo giro, anche se avvicinarsi a questi tempi, realizzati da professionisti, richiede un’esperienza di centinaia di giri e una pratica costante. Godetevi la magia del ‘Ring senza affanni e nel rispetto degli altri utenti della pista, non c’è alcun premio per chi gira in meno tempo. Se proprio volete un paragone, sappiate che Sabine Schmitz, “tassista” BMW, pilotessa e icona del ‘Ring, in una puntata di Top Gear ha fatto segnare un bridge-to-bridge di 10′08″ su un… Ford Transit! Possiamo assicurarvi che al vostro primo giro, per quanti cavalli possiate avere sotto il cofano o la sella, difficilmente riuscirete ad eguagliare questo tempo! Record del Nürburgring Nordschleife: Stefan Bellof, Porsche 956, 28 maggio 1983 – 6′11″130 – Media: 202,073 km/h Questi i tempi delle auto stradali aggiornato ad aprile 2017 1. NextEV Nio EP9 6:45.90  link QUI ’16 2. Porsche 911 GT2 RS 6:47.30  link QUI ’17 3. Radical SR8LM 6:48.00  link QUI ’09 4. Lamborghini Huracan Performante 6:52.01  link QUI ’18 5. Porsche 911 GT3 RS 6:56.40  link QUI ’18 6. Radical SR8 6:56.08  link QUI ’05 7. Porsche 918 Spyder 6:57.00  link QUI ’13 8. Lamborghini Aventador LP 750-4 Superveloce 6:59.73  link QUI ’15 9. Viper ACR-Extreme 7:01.30  link QUI ’17 10. Nissan GT-R Nismo 7:08.68  link QUI ’13 11. Mercedes-AMG GT-R 7:10.92  link QUI ’17 12. Gumpert Apollo Speed 7:11.57...

Continua a leggere
Run the Ring 2018 – info 4
Giu24

Run the Ring 2018 – info 4

Incidente altrui da Ringers.it Le indicazioni che seguono forse potranno sembrarvi eccessivamente prudenti. Non è così; rispettarle è FONDAMENTALE. Chi guida al ‘Ring lo sta facendo ad alta velocità, spesso al limite delle proprie capacità di conduzione del mezzo ed è totalmente concentrato sulla guida. In alcuni casi segnalare un incidente in modo preciso e sicuro è molto importante, ma molto pericoloso. Molti di noi sono stati testimoni di gente (spesso addirittura persone scese dagli spalti e che hanno attraversato a piedi la pista!) che ha causato più pericoli che altro. Prima di fare qualunque cosa, pensate. POI eventualmente agite. E’ facile farsi prendere dall’ansia di salvare qualcuno il più presto possibile, tuttavia questo impeto, senza le dovute attenzioni, può portare a conseguenze mortali per voi e per chi intendete soccorrere. Riportiamo dunque le indicazioni di Ben Lovejoy: “Gli incidenti al ‘Ring sono frequenti, quindi sarà possibile che ogni frequentatore abituale sia testimone o passi vicino ad un incidente appena accaduto. Il pericolo maggiore di un incidente al ‘Ring, viste tutte le curve cieche da affrontare ad alta velocità ed i dossi, è che il veicolo vittima dell’incidente o qualcuno fermatosi a prestare assistenza siano colpiti da qualcun’altro. […] La prima regola di sicurezza è: non fermatevi se non è necessario. Minore è la confusione nella zona dell’incidente, minori saranno le possibilità di un incidente a seguire. Ci sono solo due ragioni per fermarsi: per avvisare il traffico in arrivo quando un incidente non è visibile o per prestare i primi soccorsi quando qualcuno ne ha bisogno urgentemente. -Se dovete fermarvi, fatelo con molta attenzione. Assicuratevi di fermarvi dopo l’incidente e sull’erba – non fermatevi MAI sul circuito a meno che non sia assolutamente inevitabile. -La prima persona accorsa sul posto dovrebbe avvertire il traffico in arrivo. Camminate con attenzione sull’erba, asicurandovi di essere ben distanti dal tracciato onde evitare di causare un incidente per le improvvise sterzate di gente che cerca di evitarvi. -Una volta in posizione, mettetevi dietro il guard-rail. -Agitate le mani per indicare a chi sopraggiunge di rallentare (è una buona idea avere una bandiera gialla o indossare un giubbino catarifrangente). Assicuratevi di essere ben distanti dall’incidente, comunque. Sbracciarsi nei pressi dello stesso potrebbe solo peggiorare le cose, distraendo i piloti, proprio quando devono guardare davanti a sè. -La seconda persona accorsa sul posto dovrebbe chiamare aiuto. Il numero di telefono dell’ufficio posto all’ingresso è: +49.2691.302.215 Avrete bisogno di un telefono cellulare: le cabine poste lungo il circuito non sono attive durante la circolazione pubblica . -La terza persona accorsa soccorre la vittima dell’incidente SE può farlo in condizioni di sicurezza. Se siete in dubbio,...

Continua a leggere
Run the Ring 2018 – info 3
Giu22

Run the Ring 2018 – info 3

Se ‘picchi’?!? Da Ringers.it Vi invitiamo a leggere prima di tutto la pagina “Cosa fare in caso di incidente altrui”, vi sono molte indicazioni utili che potrebbero servirvi nel malaugurato caso siate voi i protagonisti di un incidente. Un consiglio: prima di iniziare il giro, memorizzate il numero dell’ufficio all’ingresso del ‘Ring sul vostro telefono cellulare e premete il tasto di chiamata (poi riattaccate, ovviamente). In questo modo, in caso di emergenza potrete chiamare aiuto semplicemente premendo un solo tasto del cellulare. In momenti di necessità, qualche istante può fare la differenza. Se non vi siete fatti male e potete muovervi, assicuratevi che il vostro veicolo non sia in mezzo al tracciato. Se il motore si avvia, spostatelo sull’erba e spegnetelo. Se la vostra auto non parte, guardate dietro di voi: se vedete almeno 300 metri di pista e non sopraggiunge nessuno, abbandonate l’auto e riparatevi dietro il guard-rail, POI spostatevi a monte dell’incidente e segnalate con le braccia a chi sopraggiunge di rallentare. Se invece siete fermi nel bel mezzo della pista e dietro un dosso od una curva cieca, restate in auto. Diversamente, rischiate seriamente di venire investiti e chi sopraggiunge dovrebbe evitare voi E la vostra auto. Più spazio di manovra gli lasciate e meglio è, per cui restate in auto. Telefonate all’ufficio posto all’ingresso del ‘Ring: +49.2691.302.215, cercando di spiegargli dove siete (dite solo il nome della curva, magari cercando di individuare uno dei cartelli verdi a bordo pista) e che avete avuto un incidente ma non siete feriti. Per dirlo in tedesco, rapidamente, pronunciate così come vedete scritto: “Unfal, nikt ferletz, nome della curva kurve”. Attendete quindi una motocicletta del servizio di emergenza o il carro attrezzi. Se non riuscite a muovervi e ad uscire dall’auto, cercate di dare contatto e mettetevi a suonare il clacson. Qualcuno vi sentirà. Se potete, telefonate come visto prima, dicendo (pronunciate testualmente): “Unfal, ik bin ferletz, nome della curva kurve”. In ogni caso, in quei frangenti l’interno della vostra auto è il posto più sicuro. Non fate gli eroi ed attendete i soccorsi. Quasi sicuramente, poco dopo il vostro incidente, qualcuno si sarà fermato per segnalare l’incidente o per...

Continua a leggere
Run the Ring 2018 – Ready
Giu22

Run the Ring 2018 – Ready

Anche gli attestati per i partecipanti al raduno del Nordschleife sono in fase di stampa… e forse anche un trofeo in più, ma lo sapremo solo quando saremo vicini all’Inferno...

Continua a leggere