1mo TTour Tre Passi

limitiCHIn Svizzera vengono eseguiti regolari controlli della velocita’ e delle distanze di sicurezza.

In Svizzera vengono eseguiti regolari controlli della velocita’ e delle distanze di sicurezza.
Nei centri abitati la velocita’ massima e’ di 5O km/h.

Fuori dai centri abitati la velocita’ massima consentita e’ di 80 km/h

Sulle autostrade il limite e’ di 120 km/h e su quasi tutte le autostrade il pedaggio viene pagato con un bollino dal costo di 4O Franchi svizzeri (circa 27 euro) ed e’ possibile acquistarlo ai posti di frontiera.

Documenti personali: Carta d’Identita’- Patente italiana.
Documenti auto: Carta di circolazione.

PARTENZA

Mancano 10 secondi alla partenza. Preparatevi e controllate di avere tutti i documenti necessari. State per guidare la vostra TT su alcune delle strade piu’ belle d’Europa e sui passi piu’ belli di tutte le Alpi…un’occasione unica per unire la bellezza della TT con quella del paesaggio. Non dimenticate macchine fotografiche e videocamere, certi momenti meritano di essere rivisti anche dopo anni, maglioni e giacche a vento sono consigliati visto che saliremo di parecchie centinaia di metri sopra il livello del mare e sara’ possibile trovare anche la neve ai lati delle strade…ora siete pronti a godervi il viaggio e la vostra TT.

Per chi non avesse provveduto al rifornimento della propria TT, una stazione di servizio Shell con benzina V-Power e’ a soli pochi km dall’entrata della A26, a Crusinallo, direzione Omegna. Ricordiamo che in Svizzera e’ possibile rifornirsi con benzina a 98 ottani in quasi tutte le stazioni di servizio (1,31 FSv al litro circa).

tappa1Tappa 1
Gravellona Toce – Dogana di Iselle: Km 51,2

La nostra prima tappa ha inizio da Gravellona Toce dove prenderemo la A26 direzione Passo del Sempione.
Dopo Gravellona Toce la A26 diventa superstrada a 2 corsie per senso di marcia con limite di velocita’ di 90 km/h.
La superstrada finisce a Domodossola dove la strada ritorna a 1 corsia per senso di marcia. Il fiume Toce ci abbandona, alla nostra destra sale la Val Formazza.

A Varzo c’e’ un’area di servizio Shell con la V-Power.

Si comincia a salire di quota e il paesaggio diventa molto bello.

Siamo alla dogana di Iselle, prepariamo i documenti personali (Carta d’Identita’ o Passaporto) per essere eventualmente mostrati agli agenti della dogana.

 

 

 

 

tappa2Tappa 2
Dogana di Iselle – Passo del Sempione – Briga: Km 42,8

Passata la dogana cominciamo il vero e proprio assalto al Passo del Sempione. Nella parte svizzera ci sono alcuni lavori in corso che potrebbero rallentare la marcia

2005 metri sul livello del mare troviamo il Passo del Sempione che ci accoglie con la famosa statua dell’aquila.

Al passo possiamo fermarci per le foto ricordo e bere qualcosa di caldo nei rifugi vicini.

La discesa verso Briga e’ molto ripida e in breve ci troviamo nella bella cittadina che fa da svincolo per i trasporti della valle.

Prendiamo per Brig Zentrum. 

ATTENZIONE: Seguire la TT apripista. Entriamo in Briga e seguiamo la prima TT che ci guidera’ fuori dalla cittadina passando vicino al centro chiuso al traffico.

 

 

 

tappa3Tappa 3
Briga – Naters – Bitsch – Lax – Fiesch – OberWald – Passo del Furka: Km 61

Usciti da Briga passeremo sulla strada per il FurkaPass seguendo il fiume Rotten. Lungo la strada incontreremo molte localita’ sciistiche della Svizzera, magari non molto famose in Italia ma molto belle e con campi da sci spettacolari come quelli di Fiesch sul Eggishorn (2997 mt).

Sara’ facile vedere i famosi trenini rossi che collegano le localita’ di Zermatt e di Sant Moritz.

Passato Oberwald (1358 mt) inizia la salita al Furka. Giunti alla cittadina di Gletsch (1757 mt) possiamo vedere i tornanti che portano al passo.La strada e’ stata allargata qualche anno fa e non e’ piu’ pericoloso incontrare gli altri mezzi come una volta.

Prima di giungere al passo possiamo vedere i tornanti che si snodano sotto di noi.

Qualche centinaio di metri prima del passo possiamo fermarci nel parcheggio dell’Albergo Belvedere e ammirare il ghiacciaio a pochi metri dalle nostre TT. Siamo a 2290 metri

Eccoci arrivati! Il Passo del Furka a 2429 mt…la vista panoramica che si ha da questo punto ci permette di vedere le piu’ alte montagne delle Alpi svizzere. E’ quasi ora di pranzo…

Tappa 4 – Pausa pranzo a Hospental – Andermatt – Passo del Gottardo – Airolo: Km 53

Pausa pranzo. Anche una pausa pranzo fa parte della filosofia del nostro TTour Tre Passi. Quindi anche se ci risultera’ difficile, dovremo scendere dalle nostre amate TT e andremo a mangiare al Restaurant zum Doerfli a 1496 mt appena fuori delle cittadine di Zumdorf-Hospental.

Ecco come si presenta il ristorante ad agosto… lo chef, Mr Schmid, ci preparera’ un menu’ speciale a base di cervo o camoscio (cacciati dallo chef personalmente) al pepe, tacchino al burro di crauti con verdura e un menu’ vegetariano per chi non ama la carne.

Dopo esserci riposati e rifocillati riprendiamo leTT e partiamo per la seconda parte del TTour. Una visita alla stupenda Andermatt (1447 mt) con i suoi campi da sci famosi in tutto il mondo e i negozi dove spedire delle cartoline agli amici. Lasciata Andermatt ritorniamo indietro di qualche chilometro e prendiamo per il Passo del Gottardo. Noi faremo il passo vecchio sulla strada piu’ suggestiva (nella cartina in verde)

Prima di giungere al passo dobbiamo salire…

e magari potremo incrociare qualche altra TTalla quale fare un doppio lampeggio! Raggiunto il passo possiamo schierare le TT e fare una foto di gruppo davanti ai laghetti vicino ai rifugi.

Dopo il passo la discesa fino ad Airolo. Si potra’ vedere l’ingresso del famoso tunnel del Gottardo, uno dei piu’ lunghi d’Europa (17 km).

Tappa 5
Airolo – Ambri’ – Biasca – Bellinzona – Locarno – Dogana di Brissago – Verbania – Gravellona Toce: Km 125

Inizai la parte piu’ tranquilla e riposante del nostro giro. Da Airolo prendiamo la strada parallela all’autostrada per Chiasso e passiamo attraverso tutti i paesini come si faceva una volta quando non c’era il tunnel del Gottardo. Al nostro fianco il fiume Ticino che ci seguira’ per un bel pezzo nella sua corsa verso l’Italia e il lago Maggiore.

Dopo i paesini entriamo a Bellinzona, e se il tempo non e’ tiranno, possiamo visitare il suo castello. Dopo Bellinzona facciamo un pezzo di autostrada che non necessita il bollino e arriviamo a Locarno e troviamo il Lago Maggiore.

Una volta attraversata la dogana di Brissago siamo di nuovo in Italia. La strada che costeggia il lago non e’ molto larga percui attenzione anche ai sorpassi. Siamo quasi giunti alla fine del TTour Tre Passi e arrivati a Verbania possiamo permetterci un gelato alla famosa Isola del Gelato. Sara’ uno degli ultimi momenti del viaggio con tutte le TT riunite.

Da Verbania in pochi minuti siamo a Gravellona Toce, l’ingresso della A26 direzione Milano e’ sulla nostra destra. Un doppio lampeggio e via, verso casa ricordando con piacere e simpatia questa splendida giornata…….

Tappa 5 Bis
Airolo – Bedretto – Passo del Nufenen – Ulrichen – Passo Sempione – Gravellona Toce: Km 190

L’Audi TT CLub Italia ha anche preparato un percorso alternativo della tappa 5 che invece di portare al Lago Maggiore ci porta su un altro passo a 2478 mt, il Passo del Nufenen. La strada e’ molto bella e fino a qualche anno fa era impossibile da fare con le auto normali perche’ non asfaltata. Ora invece da Airolo si prende per Bedretto e si comincia a salire verso la sorgente del fiume Ticino. I tornanti ci annunciano l’approsimarsi delNufenenPass (2478mt). La successiva discesa ci fa arrivare a Ulrichen, che avevamo gia’ passato all’andata. Da qui la strada del ritorno e’ la stessa che avevamo percorso la mattina. Rifaremo ilpasso del Sempione e prenderemo la SS33 e poi A26direzione Milano. A Gravellona Toce possiamo uscire e andare a Verbania per il gelato e i saluTTi…

LE FOTO

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

E’ stato sicuramente un appuntamento di grande passione e bellezza. Posti incantevoli e simpatia, TT preparate e tuonose, Roadster a cielo aperto e vento nei capelli. Ci siamo trovati in piu’ di 25 TT nelle due giornate e domenica ben 22 TT hanno partecipato al TTour. Forse la mail inviata da Gianluca riesce a dare maggior poesia di quanto possano le mie parole…ecco perche’ ve la ripropongo anche su queste pagine.

TTour dei Tre Passi – Grazie ragazzi!!!

Anche questo raduno ormai e’ archiviato, ma credo rimarra’ nel nostro cuore per molto tempo. Si e’ subito presentato ricco ed invitante come da programma…L’arrivo ad Omegna e’ stato commovente: dopo avere attraversato il piccolo borgo, nel cercare il ritrovo pre-aperitivo, vedo in un piccolo parcheggio in riva al lago tante TT una accanto all’altra e con loro i Drivers. Gia’ mi chiamano, mi fanno cenno di voltare a sx ed entrare. Sono tante, sono belle, sono TT.
Eccoli finalmente dopo tanti giorni i miei Amici!!! L’emozione e’ davvero forte, ci sono proprio tuTTi, quelli della vecchia guardia e tanti novellini! Questo mi rallegra ancora di piu’. I saluti sono calorosi, mi sembra di conoscerli tuTTi da secoli…eppure e’ solo il 3° raduno!!! Appena il tempo di congratularmi con le future mammine Rossella e Irene che gia’ i motori rombano pronti per affrontare i 20 tornanti dove ci aspetta Lorenzo per l’aperitivo. E’ uno spasso vederli tuTTi davanti a me su per quelle curve… Il buffet e’ ricco, al centro tavola una splendida scultura in ghiaccio raffigurante una TT roadster. Ci sono pure i crucchi…quanta strada hanno fatto, ma sono con noi! Eh sì, anche questa volta Francos ha lavorato bene, e per questo siamo ancora qui con le nostre amate TT…per premiare il Tuo lavoro! Gentilmente Chris e Thomas incominciano ad effettuare diagnosi sulle TT con i loro PC…e confermata l’idoneita’ possiamo partire per gustarci la cena. Spettacolare comitiva, cibo prelibato, bevande da capogiro…Mancava solo una TT in sala!!! Che bello ritrovarci tuTTi. Andiamo a nanna, domani sarà una lunga giornata, molti km da percorrere, molte TT da tenere a bada…Il risveglio e’ da cartolina: Luca dorme ancora, mi affaccio al balcone e vedo sorgere il sole tra le montagne che si colorano di rosa, il cielo e’ blu, l’aria e’ frizzante; sara’ una splendita giornata.
Le nostre TT in cortile, bagnate dalla rugiada, hanno voglia di partire. Il TTour dei Tre Passi e’ ormai vicino. Basta scendere ad Omegna e trovare i ragazzi… poi viaaaaa!!! Ci sono tuTTi. Sorridenti, entusiasti, impazienti di partire! Il sole splende sui ghiacciai, il tour procede bene, solo che la fame si fa sentire… Il ristoro e’ davvero caratteristico, caldo ed accogliente: la cameriera mi ricorda molto Heidi cresciuta. Verdurine, bistecchina, un buon bicchiere di vino, qualcuno si abbuffa con i dolci…dai che si riparte. Rientriamo e gia’ mi sale la malinconia: sui tornanti del Gottardo le vedo tuTTe, una in coda all’altra, grigia, nera, rossa, blu, non finiscono piu’. Come non finisce piu’ il ricordo di questo splendido giorno trascorso con questi fantastici ragazzi. Da vicino e da lontano siamo tornati tuTTi per condividere la stessa passione, ma credo fermamente che ognuno di noi sia tornato per rivedere i suoi amici tiTTisti.
Francos complimenti per il movimento che hai scatenato, e un grazie particolare va ai Drivers che con la loro viva partecipazione permettono lo svolgimento di questi raduni!!!
Ragazzi siete forti!

G.