DesTTinazione München

15-16-17-18 maggio 2003 Monaco di Baviera (D)

E’ stato un incontro magico, quello del TT Club Italia gli amici del TT Owners Club tedesco. Questo che segue e’ il racconto del viaggio fino a Monaco e dei giorni passati sulle strade e autostrade tedesche. Un grazie a tuTTi i Driverdel TT Club e i loro accompagnatori che sono intervenuti: Riccardo Romagnoli, Francesco Silvestri, Carlo Piacentini, Marco Pettenon, Filippo Loss, Lorenzo Motta, Gianluca Aleotti, Alberto Carobbio, Jessika Amendola, Gianni Capelli, Luca Taglioretti, Paolo Picciau, Gabriele Tornabruni, Paolo Furlotti, Michele Gillio, Nathalie Beilvert, Stelio Papadakis, Paolo Rigamonti, Vincenzo Caruso, Andrea Brandstetter, Marco Valloggia, Lorenzo Pasquini, Franco Scuri.

15 maggio

Ci siamo incontrati con tutte le altre TT nell’area di servizio di Nogaredo sulla autostrada del Brennero. E’ stato divertente osservare le facce degli altri automobilisti nel vedere sfrecciare cosi tante TT, bellissime e veloci come il vento….alle 18 circa siamo ormai a Monaco, ci incontriamo con gli amici del TT Owners Club tedesco e in serata saremo a cena con loro con la consegna dell’ambito RoadBook del raduno. Il dopo cena si protrae anche a tarda ora, nonostante la stanchezza, con divertenti storie di sorpassi e tuning estremi…favoriti dalla birra che scorre a fiumi.

16 maggio

Siamo andati a Ingolstadt per vedere come si costruisce la TT.Lasciate davanti al Mobile Museum le 50 TT del raduno, Herr Knapp ci ha accompagnato per tutto il giorno durante la visita spiegando ai partecipanti le varie fasi di assemblaggio e costruzione di una Audi. Dopo aver visto le catene di montaggio automatizzate e le presse ad 17.000 tonnellate, siamo stati ospiti per il pranzo dentro la fabbrica,in mensa, dove abbiamo gustato veramente ospitalita’ e cibo. La seconda parte della visita si e’ svolta dentro al Mobile Museum, sede dell’Audi Forum, ancora ospiti di Audi e sempre accompagnati da Herr Knapp nelle vesti di anfitrione. Abbiamo ripercorso la storia di Audi e di Auto UnionNSU eDKW fino ad arrivare alle nostre TT. Per finire una bellissima cena al castello con la consegna degli attestati del raduno e delle regalie scambiate tra il nostro Club e gli amici tedeschi della Münchener LisTTe.

17 maggio

Visita al castello di Neuschwastein, famoso perche’ ritratto in tutte le pubblicita’ tedesche e per avere un parcheggio a 7Km di distanza, da fare a piedi e in salita. La bellezza del castello ha ripagato l’impegno fisico dei partecipanti al raduno, 26 TT italiane per 47 partecipanti. Con le 35 TTtedesche di oggi questo e’ il raduno piu’ imponente e importante della storia del TT Club Italia. Dopo la visita e il pranzo eccoici giungere in un lampo a Kempten a visitare la ABT Sportline, fresca vincitrice del DTM 2002. Dopo un piccolo assaggio con il racconto della storia della ABT(per cui correva anche Ralph Schumacher, vincendo il titolo mondiale di Formula 3) ci portano a visitare l’officina dove vengono preparate le TTR4.000 cc 460 Cv del campionato DTM. Come resistere alla tentazione di fare shopping nello store ABT…delle piccole TTR blu finiscono nelle tasche di Luca e Francos mentre le ragazze preferiscono i cappellini gialliABT. Foto di rito con tutti i Driver e codriver e poi via al castello di Seefeldper la cena. Una piccola pioggia ci riaccompagna in albergo….

18 maggio

Lasciamo l’albergo che ci ha ospitato in questo breve ma intenso raduno e ci congediamo dagli amici tedeschi con il “typical bavarian breakfast “weisswƒrste” vicino al confine con l‘Austria. Anche questo momento vive attimi di gioia e simpatia; ci rendiamo conto che l’amicizia con i Drivertedeschi e’ sempre piu’ forte e che non solo l’aver la stessa Auto ha favorito questa amicizia ma anche la cordialita’, l’educazione e la voglia didivertirsi insieme. Ci salutiamo promettendo di ritrovarci di nuovo molto presto
Il viaggio di ritorno in Italia non comporta difficolta’ e presto il gruppo di TTsi divide a secondo delle destinazioni di ogni equipaggio..un doppio lampeggio saluta chi si allontana dagli altri e una piccola lacrima scende dall’abbagliante delle nostre TT…si ritorna a casa.